Ultimo Incontro con il Ciclo di Conferenze Dedicate al Medioevo

20° Edizione della Festa di Primavera
3 aprile 2018
San Bernardino Palace
4 aprile 2018
Show all

Ultimo Incontro con il Ciclo di Conferenze Dedicate al Medioevo

ULTIMO INCONTRO CON IL CICLO DI CONFERENZE DEDICATE AL MEDIOEVO

 

 

 

Il ciclo di conferenze dedicate al Medioevo e al Medievalismo dall’intrigante titolo “ISOTTA, BELZEBÙ E SORELLA MORTE. IL MEDIOEVO TRA CONTAMINAZIONE E MODERNITÀ.”organizzato dalla nostra Contrada è giunto al suo settimo e ultimo incontro. La validità degli argomenti trattati non è passata inosservata alla Famiglia Legnanese che da sempre svolge un’importante attività sul territorio cittadino con tante iniziative culturali. Da qui la nascita di un’importante, e per noi prestigiosa collaborazione, che ha permesso di chiudere questo undicesimo ciclo di conferenze con una LECTIO MAGISTRALIS  che si terrà VENERDÌ 6 APRILE 2018 ALLE ORE 20.45 PRESSO VILLA JUCKER, SEDE proprio DELLA FAMIGLIA LEGNANESE in Via Giacomo Matteotti 3 a Legnano e avrà come relatore PAOLO GRILLO, docente di Storia Medioevale presso l’Università degli studi di Milano.

L’INGRESSO È LIBERO E GRATUITO.

Al termine della serata verranno consegnati agli studenti delle scuole superiori che hanno partecipato agli incontri un attestato di frequenza utilizzabile per il riconoscimento dei crediti formativi.

Venerdì 6 Aprile 2018

VILLA JUCKER – SEDE FAMIGLIA LEGNANESE, VIA GIACOMO MATTEOTTI 3 – LEGNANO
KINGDOM OF HEAVEN. ARMI ED ESERCITI TRA OCCIDENTE E ORIENTE ALL’EPOCA DELLE PRIME CROCIATE.

RELATORE: Paolo Grillo, Docente di Storia Medioevale presso Università degli studi di Milano

Nei secoli centrali del medioevo l’Europa occidentale aveva sviluppato un modo peculiare di fare la guerra, basato in prevalenza sulla cavalleria pesante, formata da un’élite di professionisti del combattimento, e sulla ampia diffusione di fortificazioni nelle campagne. Gli eserciti erano relativamente piccoli, le battaglie campali rare e l’uso della fanteria e dei tiratori abbastanza limitato. Alla fine dell’XI secolo, con la prima crociata, i guerrieri latini giunsero a contatto con gli eserciti arabi e turchi, organizzati in modo diverso, che facevano uso limitato della cavalleria pesante e avevano invece un gran numero di tiratori. Anche le tecnologie militari e l’edilizia bellica erano profondamente diversi. Specularmente, anche i combattenti orientali rimasero impressionati dalle tecniche di combattimento degli europei, fra cui la carica a lancia in resta, che non erano preparati ad affrontare. La conferenza vuole dunque affrontare due temi. Come si adattarono le forze dei crociati e degli islamici che si combattevano in Medio Oriente a queste nuove circostanze? E, soprattutto, quante di queste novità giunsero anche in Europa, modificando e “ibridando” l’arte occidentale della guerra?

PAOLO GRILLO

Già noto al pubblico di Legnano, dove ha tenuto numerose conferenze e presentazioni di libri, ha studiato a Milano e a Firenze e insegna storia medievale, analisi delle fonti della storia medievale e istituzioni militari del Medioevo all’Università degli studi di Milano. Ha tenuto corsi all’école normale superieure e all’Università della Sorbona, a Parigi. Si occupa della storia delle città italiane fra XII e XIV secolo, dall’avvento dei comuni alle signorie, con una particolare attenzione alla storia della guerra. Nel 2010 ha pubblicato un libro sulla battaglia di Legnano, vista come momento di scontro fra il mondo dei cittadini, che rappresentavano lo schieramento comunale, e quello delle aristocrazie  dell’Impero (Legnano 1176. Una battaglia per la libertà, Laterza 2010). Al tema della guerra medievale ha dedicato inoltre i volumi Cavalieri e popoli in armi. Le istituzioni militari nell’Italia medievale (Laterza 2008), Le guerre del Barbarossa. I comuni contro l’Impero (Laterza 2014), L’aquila e il giglio. 1266: la battaglia di Benevento (Salerno editore, 2015) e Guerre delle crociate (Grandangolo-Corriere della Sera, 2016). La sua ultima opera è Nascita di una cattedrale. Le origini del Duomo di Milano (1386-1418), Mondadori 2017, nel quale ha studiato i primi trent’anni di vita del cantiere della cattedrale milanese.

RICORDIAMO INOLTRE LA POSSIBILITÀ DI:

Seguire la conferenza in diretta sulla pagina facebook della Contrada, grazie alla collaborazione con “Sa.Ga. Multimedia s.r.l Prenotare il volume che raccoglie i contributi dell’undicesima edizione delle conferenze edito da Lubrina Editore (Bergamo).