Sport e Palio: Il Riuscitissimo Connubio al Galà di Primavera

Galà di Contrada
22 Marzo 2019
A cena con i Gonfalonieri, i Jack e…. i Fantini
29 Marzo 2019
Mostra tutti

Sport e Palio: Il Riuscitissimo Connubio al Galà di Primavera

SPORT E PALIO: IL RIUSCITISSIMO CONNUBIO AL GALÀ DI PRIMAVERA

 

Sabato 23 marzo ha avuto luogo al Palaborsani l’edizione 2019 del Galà di Primavera, che ha riunito Contrade e autorità attorno al Palio e ai suoi intramontabili valori.

Dopo l’aperitivo di benvenuto, e la disposizione in tavoli “magici” in cui ad ogni portata veniva proiettata su ogni singolo piatto l’ologramma degli stemmi di Contrada. La cena è stata accompagnata da due video emozionali curati da Giancarlo De Angeli: uno in cui i componenti del direttivo ringraziavano, ognuno a modo loro, spesso scherzosamente, il Gran Maestro.

Il presentatore, Andrea Muroni, ha salutato le autorità presenti, dal Sindaco e Supremo Magistrato Gianbattista Fratus al presidente della Famiglia Legnanese Gianfranco Bononi, dalle autorità di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale alle rappresentanti della Fondazione Ticino Olona, la consigliera Marina Mignone e la segretaria Anna Poretti.

Alla colonna sonora ha provveduto Dj Anna Verra, insieme all’artista uzbeka Olesya Rusina che col suo violino ha arricchito l’atmosfera di apprezzatissime note. La stessa Anna è passata poi al controllo del mixer nella sala contigua a quella principale, dove i più giovani si sono dati alle danze col ritrovato Young Gala.

Nella parte più istituzionale, ma è meglio dire tradizionale perché il Galà nasce proprio per questo, sono state presentate le Reggenze di Contrada, con il dono della Rosa alle Castellane di nuova nomina.

Poi, al centro della pista, il Gran Maestro Alberto Oldrini ha esordito spiegando le motivazioni alla base della scelta del leit-motiv musicale di quest’anno “Con voi di Claudio Baglioni, perché mi piace il cantautore romano, ma soprattutto perché in quella frase è racchiuso il senso della mia esperienza, di questa carica che ricopro con impegno e con piacere ma che senza di voi non riuscirei proprio a sostenere, e quindi vi ringrazio tutti, a partire dal Direttivo che mi è sempre stato vicino”. E ha continuato affermando che “siamo alla vigilia di un Palio importante, la cui gestione sarà poi affidata alla Fondazione cui stiamo lavorando da tempo. E anche qui, le due parole di Baglioni Con voi mantengono il significato che ho voluto dare a questo nostro ritrovarci, perché è con voi che ho potuto superare momenti non sempre facili. Ho dato me stesso affinché il Palio potesse crescere sempre più come eccellenza di tutta la città. Ricordo quanto abbiamo fatto per la nuova pista di addestramento e la sicurezza di cavalli e fantini. Dopo quattro anni Con voi, non posso che rinnovare il mio grazie, consegnandovi il compito che come Capitani e Castellane abbiamo da sempre: quello di tramandare alle giovani generazioni storia e valori del Palio di Legnano.”

A seguire, Capitani e Castellane in pista per il tradizionale walzer, sulle note dell’emozionante Danubio Blu di Strauss e taglio della torta, con spada, da parte del Gran Maestro attorniato dalle Castellane. Brindisi finale e, per i più attempati rientro a casa, per i più giovani lo Young Gala, consapevoli di aver onorato, come era
negli intenti, un connubio tra sport e Palio che, se all’inizio faceva arricciare il naso a qualcuno per l’inedita location, si è poi rivelato una bella esperienza, foriera di nuove e interessanti prospettive.

 

Immagini di Sergio Banfi e Francesco Morello