Presentato il programma della Commissione Costumi

5 novembre: Investitura della Nobile Contrada San Magno
12 novembre 2017
Show all

Presentato il programma della Commissione Costumi

Alessio Francesco Palmieri Marinoni presenta il programma della Commissione Costumi

G iovedì 9 novembre, in Cenobio al Castello, il nuovo coordinatore della Commissione Costumi del Palio, Alessio Francesco Palmieri Marinoni, ha presentato le linee programmatiche dell’importante istituzione alle rappresentanti delle contrade nella stessa commissione, speaker, cerimonieri e un folto pubblico composto in gran parte da contradaiole.
Introdotto dal Gran Maestro Alberto Oldrini e dal Cavaliere del Carroccio Mino Colombo, Palmieri Marinoni ha voluto prima di tutto ringraziare chi prima di lui ha lavorato affinché la Commissione acquisisse qualità e autorevolezza, da chi per primo l’ha pensata, Pier Galimberti, ai più recenti Bonzi, Ciapparelli e Molla.
Supportato dalla proiezione di slide, e dalle massime di Philippe Daverio, Gramsci e Nietzsche, sino al Vangelo di Luca, Palmieri Marinoni ha delineato le fondamenta del suo lavoro futuro in quella che ha definito essere “non solo un’istituzione del Palio, ma della città tutta e dunque sociale”. Per fare ciò, ha continuato, “occorre sapere da dove veniamo, chi siamo ora e cosa abbiamo intenzione di fare in futuro”. Nel disegnare “nel mare burrascoso della ricerca storica” un medioevo che è come lo vediamo noi oggi, “plausibile nell’evoluzione dell’idea che di quei tempi si ha”.
Per far questo, il primo passo dev’essere la costituzione di un archivio aggiornato e condiviso, “per noi e per chi voglia conoscere la storia dei costumi del nostro Palio”, e ben vengano, in questo senso, “le collaborazioni con le scuole legnanesi all’interno dell’alternanza scuola-lavoro. Alle nostre riunioni potrà poi assistere, come uditore, chi sia interessato ai temi e ai lavori svolti, così da cominciare a formare una nuova generazione che sappia di cosa stiamo parlando quando disegniamo, e facciamo, i costumi del Palio”. Una ricaduta sociale formativa in cui il coordinatore crede fermamente.
Alessio ha comunicato l’intenzione di essere affiancato, oltre alla supervisione della riconfermata prof.ssa Sara Paci, da una squadra di collaboratori, di cui ha già dato i nomi: Carla Colombo Bolla, Carla Marinoni, Amanda Colombo, Roberto Clerici, Cristiana Moretti. E, distribuite le schede per la catalogazione, è passato alle questione più tecniche e al programma per i prossimi mesi, di qui al prossimo Palio.
Nella stessa serata è stata anche votata la richiesta della Contrada San Martino di presentare già all’investitura nel giorno del Santo di Contrada, un nuovo abito con bordo rifacentesi all’arazzo di Bayeux.
Prima del brindisi finale, Palmieri Marinoni ha voluto ricordare le parole del teologo protestante tedesco Paul Tillich, cui il suo lavoro intende rifarsi: “…soltanto se la tradizione viene trasformata frequentemente può essere salvata come realtà vivente…”.

Foto di Giuseppe Cozzi.