Gli auguri dei Magistrati del Palio e la benedizione di Monsignore

Online il numero natalizio del Carroccio
21 Dicembre 2020
Domenica 19 settembre è la data alternativa per lo svolgimento del Palio 2021
22 Gennaio 2021
Mostra tutti

Gli auguri dei Magistrati del Palio e la benedizione di Monsignore

Auguri natalizi con i Magistrati del Palio, il Cavaliere del Carroccio e la benedizione di Monsignor Angelo Cairati su piattaforma digitale

Impossibilitati dalle norme vigenti al tradizionale scambio di auguri in Cenobio, quest’anno le autorità paliesche hanno voluto comunque condividere un augurio, in streaming dalla sala stampa di palazzo Malinverni.

A fare gli onori di Casa l’assessore alla Cultura, con delega al Palio, Guido Bragato, che ha ringraziato “Per come mi avete accolto, per la collaborazione in queste prime settimane passate insieme: difficili, come tutti sappiamo. Ma la speranza, che è anche una promessa da parte nostra, è che col nuovo anno avremo sicuramente modo di conoscerci più da vicino, ma soprattutto di cambiare marcia e avviare una programmazione migliore, senza dover fare tutto di corsa come in questa prima fase”.

Lorenzo Radice, Sindaco di Legnano e Supremo Magistrato del Palio, ha formulato gli auguri “di un buon Natale che spero sia il più possibile di serenità, quella serenità di cui abbiamo bisogno in questi momenti di difficoltà. Tempi in cui si riscoprono piccole e grandi tradizioni di cui magari avevamo perso il senso, quelle attività che rendono belle le nostre vite, che magari ci facevano anche arrabbiare. Credo che dobbiamo vivere questo che speriamo sia l’ultimo tratto in salita della vicenda pandemica pensando che quello che stiamo passando ci possa portare a riscoprire il valore di tutte quelle cose che ci siamo persi: le relazioni sociali, le feste, i contatti familiari, la nostra città e assolutamente il Palio. Manca a tutti noi non poterci stringere la mano e bere un bicchiere insieme, ma questa assenza deve servire a ricordarci i valori più importanti. Dobbiamo ricaricare le batterie, sapendo che anche l’anno che ci aspetta non sarà facile, dobbiamo galoppare per ripartire!”.

Gianfranco Bononi, presidente della Famiglia Legnanese ha portato gli  auguri dei dirigenti e soci del sodalizio “In quest’anno complicato che volge al termine. Speriamo che il vaccino ci possa aiutare a uscire da questa situazione, e ringraziamo ancora una volta le Contrade e tutto quel che hanno saputo fare per aiutare le persone meno fortunate.” Bononi ha concluso citando una frase di Madre Teresa di Calcutta: “E’ Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. E’ Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare l’altro. … E’ Natale ogni volta che speri con quelli che disperano nella povertà fisica e spirituale. E’ Natale ogni volta che riconosci con umiltà i tuoi limiti e la tua debolezza.”

Il Cavaliere del Carroccio, Riccardo Ciapparelli, ha rinnovato a sua volta gli auguri “a tutte le persone che si occupano di Palio, in questo momento particolare, nella speranza che questo virus possa essere finalmente debellato e che si possa avere un 2021 col Palio!”.

Il Gran Maestro del Collegio dei Capitani, Giuseppe La Rocca ha ringraziato prima di tutto Monsignore – “la nostra preziosa guida spirituale” – e tutti i presenti in sala e coloro che seguivano la diretta. in questo “Natale particolare che ci invita a una riflessione sul vero senso del Natale e della natalità, che vogliono dire rinascita e ripartenza. E questo nostro mondo vuole e deve ripartire, perché abbiamo una gran voglia di socializzare, di ritrovarci.”

Ringraziando le Contrade per il gran lavoro svolto, il Gran Maestro ha confermato l’intenzione di avere per il prossimo anno le corse di addestramento, così come lo svolgimento del Palio, pensando magari a una sua diversa calendarizzazione (come del resto stanno già facendo analoghe manifestazioni) in base all’andamento della pandemia, che tutti speriamo possa uscire al più presto dalle nostre vite, e le regole a essa connesse. Augurando il buon Natale con una “Gran voglia di Palio ma anche di tornare a vivere e lavorare insieme perché questa città torni a essere protagonista”.

In conclusione, le parole di Monsignor Angelo Cairati: “Saluto tutti nel Natale in cui Gesù Cristo ha assunto la sua storia personale come uomo, con tutte le luci e le ombre che comporta assumere la vicenda umana. L’augurio che vi faccio è di pacificarvi con l’esistenza, con un coraggio che sappia essere creativo pur percependo la fatica che ci costa. Nonostante tuto Gesù ha  saputo partire dalle fatiche della sua esistenza per costruire qualcosa di buono, confortato dagli affetti. Suggerisco: non fermatevi alla difficoltà. Abbiate anche voi luoghi di ristoro, umano e spirituale, dove spirituale allude al senso dell’esistere. Non perdetevi in chiacchiere inutili, andate a fondo con qualcuno che lo merita, che tiene a voi. Siate generativi, per resistere meglio alle bordate della vita.”

Monsignore ha accompagnato la sua benedizione con queste parole: “Sapete che voglio bene a voi, alle vostre famiglie, e volervi bene per me non è un sentimento ma un impegno a pregare per voi e essere disponibile.”