Francesca Ponzelletti: la tesi della giovane legnanese sulle origini del Palio

La serata Valtellinese a Sant’Ambrogio
29 Ottobre 2019
34° Torneo di Scala Quaranta Individuale
7 Novembre 2019
Mostra tutti

Francesca Ponzelletti: la tesi della giovane legnanese sulle origini del Palio

Come nasce un Palio 1918-1935, è il titolo della tesi di laurea presentata dalla legnanese Francesca Ponzelletti nell’anno accademico 2018/2019, relatore il professor Paolo Grillo, storico e ricercatore anche lui concittadino.

Contenti che una giovane abbia scelto un tema del genere (corso di laurea triennale in Filosofia all’Università degli Studi di Milano) abbiamo chiesto a Francesca di raccontarci questa bella esperienza.
“Mi sono laureata in filosofia, ma la volontà di scrivere un elaborato triennale storico nasce dal fatto sia del mio cambiamento di facoltà in Scienze Storiche per la magistrale che ho appena iniziato, anche se ancora devo immatricolarmi, e soprattutto si lega alla vita di contrada che da qualche anno è entrata a far parte della mia vita. Mi piace il mondo del palio vissuto in modo genuino e mi piace tutto ciò che lo circonda. Solo nel corso delle ricerche e a seconda delle fonti che trovavo ho deciso su cosa basarmi e sia io che il mio prof abbiamo pensato che fosse interessante fare ricerca e approfondire più nel dettaglio come nasce la nostra manifestazione. Ero e sono ancora consapevole di aver trattato anni molto delicati per quanto riguarda la storia in generale e ho cercato di rimanere il più oggettivo possibile nel raccontare i fatti avvenuti. Per la stesura dell’elaborato ho lavorato soprattutto in vari archivi: quello del comune di Legnano, quello della parrocchia San Magno e nella biblioteca Arte e Storia a palazzo Leone da Perego. Inoltre per avere notizie di cronaca cittadina ho visionato i microfilm dei quotidiani dell’epoca nelle biblioteche di Milano, la Sormani e la Braidense, senza tralasciare la lettura di libri già noti sul Palio. Tra le persone che mi hanno aiutata a raggiungere questo obiettivo, Donata Colombo è stata la prima che mi ha aperto le porte dell’archivio del Collegio dei Capitani quindi anche da lì sono riuscita a reperire materiale molto interessante anche se non numeroso in quanto come “ente” nasce in anni successivi rispetto quelli a cui mi sono dedicata. Ho cercato di essere sintetica perché ci sono sicuramente altri motivi per i quali ho voluto fare questo tipo di ricerca e avrei tante altre persone da ringraziare.”

E noi ringraziamo Francesca per la sua ricerca, che sicuramente custodiremo in archivio ma che contiamo di far conoscere anche in altre occasioni.