Armi ed eserciti ai tempi delle Crociate nella lezione del prof. Grillo

Primo appuntamento con le corse d’addestramento al Centro Ippico La Stella di Legnano
6 aprile 2018
IL PALIO DI LEGNANO IN TV – Sabato 28 aprile a Sereno Variabile su Rai2
8 aprile 2018
Show all

Armi ed eserciti ai tempi delle Crociate nella lezione del prof. Grillo

ARMI ED ESERCITI AI TEMPI DELLE CROCIATE NELLA LEZIONE DEL PROF. GRILLO

 

 

La sera di venerdì 6 aprile, nel salone della Famiglia Legnanese, il prof. Paolo Grillo ha tenuto una lectio magistralis su armi e battaglie ai tempi delle Crociate.

Un’interessante dissertazione che ha preso il via da un’importante precisazione che ha reso bene l’idea dell’ottica cui guardare a eventi lontani, che non dev’essere quella dei nostri giorni e nemmeno manichea nel pretendere che tutto il bene stia da una parte e il male dall’altra.

Infatti, ha continuato Grillo con l’ausilio di immagini e testi d’epoca che scorrevano nelle diapositive, entrambi gli schieramenti erano solo apparentemente compatti, e sarebbe una semplificazione ritenerli monolitici, sia in campo politico che religioso, sociale e militare. Gli interessi in campo erano molteplici, così come le alleanze che si venivano a creare a seconda delle convenienze.

Diverse anche le tecniche di battaglia, gli armamenti e le macchine da guerra ma, anche qui, quello che ricordiamo spesso come “scontro” si è rivelato poi essere anche un “incontro” di civiltà. E, se per gli “orientali” la carica della cavalleria corazzata era una novità inarrestabile, i crociati non avevano mai avuto a che fare con cavalieri tanto abili nello scoccare frecce in corsa coi loro archi leggeri e precisi. Lo stesso per i modi di costruzione dei castelli e dei macchinari d’assalto. Andò a finire che queste “diversità” si ritrovarono mischiate nei due fronti all’insegna di quella contaminazione che è stato il tema di base del ciclo di sei incontri organizzati dalla contrada di Legnarello.

Ha chiuso la serata il Gran Priore Alessandro Mengoli, chiamando a sé, e ringraziando prima di tutto l’ideatore e coordinatore della rassegna Alessio Francesco Palmieri Marinoni, assieme a tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita di questo “Medioevo tra contaminazione e modernità”: Amanda Colombo della Galleria del libro (con le sue presentazioni librarie); l’Hotel 2c, che ha ospitato diversi protagonisti; l’agenzia di viaggi Sempione che ne ha organizzato gli spostamenti; la Famiglia Legnanese e la sua Fondazione (presenti i rispettivi presidenti Gianfranco Bononi e Mauro Mezzanzanica); il Cavaliere del Carroccio Mino Colombo anche lui frequentatore assiduo delle lezioni; Saga Multimedia che ha curato le seguitissime dirette streaming; l’assessore Franco Colombo che, dopo un breve discorso di plauso, ha consegnato alle studentesse del Bernocchi l’attestato di frequenza per i crediti formativi.

Soddisfatta la reggenza giallorossa, come sempre presente al completo, della riuscita dell’iniziativa, col Gran Priore ha già dichiarato che “Contenti per il successo di questa undicesima edizione dei nostri incontri intorno al Medio Evo, non possiamo che guardare con rinnovata fiducia già all’edizione del prossimo anno”.