Al Palio Di Legnano Il Prestigioso Premio “Gianni Brera”

Maniero gialloverde affollato per l’anatra all’arancia
31 gennaio 2018
Serata Casinò a San Bernardino
2 febbraio 2018
Mostra tutti

Al Palio Di Legnano Il Prestigioso Premio “Gianni Brera”

AL PALIO DI LEGNANO IL PRESTIGIOSO PREMIO “GIANNI BRERA”

La sera di lunedì 29 gennaio, al Teatro Dal verme di Milano, la città di Legnano ha ricevuto, per il suo Palio, la prestigiosa qualifica di “Ambasciatore per il premio Gianni Brera”, come inciso nel piatto ricordo ora custodito in Comune.

Il premio Gianni Brera, organizzato dall’associazione milanese I Navigli, è un riconoscimento sportivo nato con l’intento di promuovere nel tempo gli insegnamenti e la memoria del noto giornalista scomparso nel 1992, affinché continuassero ad essere di ispirazione.

Il Palio di Legnano è stato premiato con quelli di Lodi e Mortara. Manifestazioni che, come ha scritto la giuria, “ricordano alle generazioni future da dove veniamo. Sono appuntamenti che rendono più ricco il territorio lombardo valorizzando gli usi e costumi dei nostri antenati. Per guardare al futuro bisogna conoscere il passato e iniziative come queste aiutano ad apprezzare ciò che siamo stati. Allegria e rispetto sono i valori che caratterizzano i Palii e sono i valori che caratterizzano anche lo sport e il Premio Brera”.

Alla cerimonia ha preso parte una delegazione di figuranti guidata dal coordinatore della Commissione costumi, Alessio Marinoni, insieme al Sindaco e Supremo Magistrato Gianbattista Fratus, al Gran Maestro del Collegio dei Capitani e delle Contrade Alberto Oldrini, al presidente della Famiglia Legnanese Gianfranco Bononi.

Gran Maestro ancora una volta soddisfatto di aver varcato le mura cittadine?

“Certo, questo bel riconoscimento ci ha dato l’opportunità di presentare il nostro Palio a una platea più vasta, nell’ambito di una manifestazione importante come il premio intitolato all’indimenticabile giornalista sportivo. I nostri figuranti hanno impreziosito la scena e ci ha fatto sicuramente piacere vedere riconosciuta la bellezza dei nostri costumi.”

Parlavamo di opportunità…

“Sì, perché aldilà del giusto orgoglio, ci sentiamo spronati a fare ancora di più. L’altra sera c’erano figure politiche, personaggi dello sport, dello spettacolo e della cultura, un’ottima platea cui raccontare la nostra storia e quel che facciamo. Un’opportunità che dobbiamo cogliere, a partire dall’anno prossimo quando, nell’ambito di questa stessa manifestazione, ci sarà il torneo di calcio giovanile con le rappresentanze dei tre Palii che sono stati premiati con noi: Lodi e Mortara. Un’altra bella occasione per ‘esportare’ il nostro Palio e farlo conoscere a più gente possibile.”